Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Rispondi
Avatar utente
Alessandra
Moderatore
Messaggi: 251
Iscritto il: 15/05/2024, 13:50

Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Messaggio da Alessandra »

PULIZIA VETRI
PERCHÉ: Perché è bello avere vetri puliti e vedere la natura che sta fuori casa.
QUANDO: Ogni volta che si renda necessario.
COME SI FA: Si prende una bottiglia da un litro si versa dentro un bicchiere di alcol (anche quello rosa va bene) etilico, un cucchiaino da caffè di detersivo per i piatti e si riempie di acqua distillata (anche l’acqua piovana va benissimo). Una leggera agitazione ed il prodotto è pronto per l’utilizzo.
QUANTO DURA IL PREPARATO: Con l’alcol etilico e se conservato al fresco ed al riparo dalla luce questa preparazione può durare anche un mese o più. Senza alcol (per chi ha problemi polmonari è consigliato) bisogna farsi il prodotto di volta in volta.

PULIZIA DEI SANITARI IN CERAMICA E MARMO
PERCHÉ: Perché i residui di sapone sul lavello, l’acqua stagnante ed il calcare sono un ottimo terreno di cultura dei batteri. Un normale livello di igiene prevede una semplice pulizia dei sanitari senza dover utilizzare prodotti molto costosi e di grande impatto sull’ambiente.
QUANDO: Ogni volta che si renda necessario.
COME SI FA: Si prende una ciotola e ci si mette dentro tre cucchiai di bicarbonato di sodio, mezzo cucchiaio di detersivo per i piatti e uno di glicerina. Poi si aggiunge acqua piano piano e mescolando continuamente. Ad un certo punto avrete una pappetta scorrevole che potete usare per detergere i lavelli, il piano della doccia, la vasca da bagno eccetera.
QUANTO DURA IL PREPARATO: La soluzione che si forma non ha bisogno di particolari accorgimenti. Può essere conservata per molte settimane.

PULIZIA DEL LAVELLO INOX
PERCHÉ: Un lavello pulito ed igienizzato è l’ideale per avere un livello igienico appropriato.
QUANDO: Ogni volta che si renda necessario.
COME SI FA: Mettete in una bottiglia da un litro 6 cucchiai di acido citrico e due cucchiaini da caffè di ammorbidente (se avete eliminato l’ammorbidente tradizionale dai vostri consumi chiedetene alla vostra vicina di casa). Unite l’acqua (possibilmente distillata o piovana), mescolate il tutto ed il prodotto è pronto.
QUANTO DURA IL PREPARATO: Dura moltissimo perché c’è molto acido e questo impedisce la proliferazione batterica e le muffe.

PULIZIA DEI PAVIMENTI IN PIASTRELLA
PERCHÉ: Perché un pavimento piastrellato e senza aloni (e tracce di scarpe) è più bello!
QUANDO: Ogni volta che si renda necessario.
COME SI FA: Si prende una bottiglia da un litro si versano dentro due bicchieri di alcol (anche quello rosa va bene) etilico, quattro cucchiaini da caffè di detersivo per i piatti ed un cucchiaio colmo di acido citrico e si riempie di acqua distillata (anche l’acqua piovana va benissimo). Una leggera agitazione ed il prodotto è pronto per l’utilizzo.
QUANTO DURA IL PREPARATO: Moltissimo! L’alcol previene la putrefazione del prodotto.

PULIZIA DEI PAVIMENTI IN LEGNO
PERCHÉ: Perché un pavimento in legno pulito e nutrito dura molto di più nel tempo.
QUANDO: Ogni volta che si renda necessario. Ma almeno una volta al mese.
COME SI FA: In una ciotola mettete due cucchiai di sapone di Marsiglia in scaglie, due di lavapiatti ecologico e uno di olio di lino. Mescolate fino ad ottenere una pasta morbida (eventualmente aggiungete un pochino d’acqua). Prendete questa pasta e scioglietene due cucchiai in un secchio e passate sul legno. Se lavate spesso è opportuno risciacquare con acqua.
QUANTO DURA IL PREPARATO: La pasta dura moltissimo se conservata in un luogo appropriato e dentro un vasetto da marmellata.

DISINCROSTANTE LAVASTOVIGLIE E LAVATRICE
PERCHÉ: Una resistenza (ma anche pompa, tubi eccetera) liberi dal calcare funziona meglio, lava più efficacemente e risparmia energia elettrica.
QUANDO: Dipende dalla durezza dell’acqua. Chi ha a disposizione acqua dolce (< 15°F) può fare la disincrostazione una volta ogni tre mesi. Acqua media (tra 15 e 25 °F) ogni due mesi e con acqua dura (>25 °F) ogni mese. Sia per la lavatrice che per la lavastoviglie.
COME SI FA: Si mettono due cucchiai colmi di acido citrico al posto del detersivo, si fa partire la macchia scegliendo un ciclo a vuoto (senza biancheria o senza stoviglie) ad almeno 40°C. Per mantenere a lungo l’integrità della macchina è opportuno che appena terminato il lavaggio disincrostante si faccia immediatamente un lavaggio “vero” con la biancheria (o le stoviglie) usando il detersivo solito. In questo modo il leggero attacco dei metalli da parte dell’acido citrico viene immediatamente neutralizzato dal detersivo che è alcalino e la macchina dura moltissimo.
QUANTO DURA IL PREPARATO: L’acido citrico è in forma granulare, privo d’acqua e quindi dura

IGIENIZZANTE LAVASTOVIGLIE E LAVATRICE
PERCHÉ: la vasca della lavatrice come quella della lavastoviglie possono, nel tempo, generare cattivi odori.
QUANDO: aprendo l'oblò della lavatrice ed il portellone della lavastoviglie sentite un odore sgradevole e pungente.
COME SI FA: Si mettono due cucchiai colmi di percarbonato di sodio al posto del detersivo, si fa partire la macchia scegliendo un ciclo a vuoto (senza biancheria o senza stoviglie) ad almeno 60°C.
QUANTO DURA IL PREPARATO: Il percarbonato di sodio è in forma granulare, quindi dura

CITRATO DI SODIO ANTICALCARE
PERCHÉ: Perché i detersivi lavorano bene quando all’acqua viene tolto il calcare cioè i Sali di calcio e di magnesio. Il citrato di sodio è un buon sequestrante e fa proprio questa funzione.
QUANDO: In caso di acqua dura: sempre, ad ogni lavaggio. COME SI FA: Si prende un contenitore possibilmente di vetro o, in alternativa in acciaio inox. Si introducono 200 grammi di acido citrico e lo si scioglie in 750 ml di acqua. A questo punto si aggiunge bicarbonato di sodio. Inizialmente occorre andare molto piano perché si svilupperà una reazione vistosa. Si continua ad aggiungere bicarbonato (in totale circa 350 grammi) fino a quando non si vedono più bollicine che si sviluppano. Si lascia riposare per un paio d’ore (se la soluzione è tiepida, ad esempio messa sopra un termosifone, è meglio) ed il vostro anticalcare è pronto per l’uso.
QUANTO DURA IL PREPARATO: Due settimane.

LAVAGGIO DEI CAPI IN LAVATRICE
PERCHÉ: Perché indossare capi puliti è indispensabile nel nostro attuale modello di società.
QUANDO: Quando i vestiti, la biancheria e l’intimo sono sporchi. Prima di lavare ricordate di pretrattare le macchie più grossolane con questo stesso detersivo diluito in poca acqua fino ad ottenere una pappetta che potete stendere facilmente sopra la macchia stessa e procedere al lavaggio prima che la pappetta si asciughi.
COME SI FA: Prendere 2 cucchiai di sapone di Marsiglia in scaglie e un cucchiaio abbondante di percarbonato. A parte fate assorbire del sapone piatti ecobio in un cucchiaio scarso di soda solvay. Mescolate sapone in scaglie, percarbonato e solvay + piatti assieme e dosatelo come un normale detersivo commerciale. E solo per bucato sopra i 40°C, quindi bucato “grosso”. In caso di acqua molto dura occorre aggiungere un bicchiere o due di citrato di sodio (vedi la ricetta precedente).
QUANTO DURA IL PREPARATO: Mesi e mesi senza nessun problema. Va conservato al fresco altrimenti il percarbonato si degrada

AMMORBIDENTE
PERCHÉ: Perché i vostri capi, appena lavati con un detersivo, sono alcalini e quindi con un pH completamente diverso da quello della pelle. L’uso dell’ammorbidente è indispensabile se si utilizzano detersivi in polvere mentre è opzionale usando quelli liquidi. QUANDO: Ogni bucato usando una dose abbondante (100 ml) se si usano detersivi in polvere e una dose minima (30 ml pari a una tazzina da caffè) se si impiegano detersivi liquidi.
COME SI FA: O si usa un ammorbidente ecologico (ce ne sono) o meglio ancora si fa una soluzione di acido citrico. Si prendono 100 grammi di acido citrico e lo si diluisce con acqua fino ad arrivare ad un litro e lo si mette, seguendo i dosaggi detti sopra, nella vaschetta dell’ammorbidente. Il prodotto non ha nessun odore e nessun profumo. Se volete che i vostri capi siano profumati NON aggiungere profumi o oli essenziali durante il lavaggio (se ne andrà per aria quasi tutto) ma utilizzate dei profumatori da mettere nei cassetti. Una vecchia carta assorbente con alcune gocce di lavanda farà il suo lavoro.
QUANTO DURA IL PREPARATO: Almeno un mese si può stare tranquilli.

LAVASTOVIGLIE
PERCHÉ: Perché le lavastoviglie commerciali costano una fortuna.
QUANDO: Ad ogni lavaggio in lavastoviglie.
COME SI FA: Mescolate assieme: 500 grammi di percarbonato di sodio, 250 grammi di citrato (solido che si deve acquistare), 230 grammo di soda solvay e 20 grammi di detersivo ecologico per i piatti.
Usare 20 grammi (un cucchiaio colmo) per ogni lavaggio
QUANTO DURA IL PREPARATO: Per sempre.

BRILLANTANTE
PERCHÉ: Perché i vostri bicchieri trasparenti sono preferibili a quelli con uno strato di calcare (anche se non è mai morto nessuno se c’è una macchia d’acqua sul bicchiere).
QUANDO: Sempre usando l’apposito recipiente previsto nella vostra lavastoviglie.
COME SI FA: Si prendono 300 grammi di acido citrico e lo si diluisce con acqua fino ad arrivare ad un litro e lo si mette, seguendo i dosaggi detti sopra, nella vaschetta apposita.
QUANTO DURA IL PREPARATO: Almeno per tre mesi si può stare tranquilli.
Avatar utente
Henry Tudor
Messaggi: 16
Iscritto il: 30/05/2024, 16:15

Re: Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Messaggio da Henry Tudor »

Molto interessante, davvero.
Ho un dubbio però: vista la difficoltà di reperire un buon percarbonato, e visti anche i prezzi, posso sostituire l'igienizzazione lavatrice/lavastoviglie con la delicata? Se sì, in che quantità?
Simone
Moderatore
Messaggi: 26
Iscritto il: 21/05/2024, 18:44

Re: Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Messaggio da Simone »

Ciao, il percarbonato ha forse un effetto più "strong", ma puoi usare anche la delicata stando però molto attento alla schiuma. Le candeggine delicate commerciali contengono tensioattivi quindi fai eventualmente delle prove. A mio parere per un effetto igienizzante servono almeno un paio di bicchieri, ma bisogna vedere quanto tensioattivo c'è nella candeggina che usi. Se invece te la fai da solo puoi gestire le quantità. Comunque, se non hai problemi con gli acquisti on line, percarbonato buono e a prezzo decente si trova senza troppe difficoltà.
Simone
Avatar utente
Henry Tudor
Messaggi: 16
Iscritto il: 30/05/2024, 16:15

Re: Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Messaggio da Henry Tudor »

Grazie Simone ;)

P.S. Per un paio di biccheri di quella commerciale, intendi 200 ml ?
Simone
Moderatore
Messaggi: 26
Iscritto il: 21/05/2024, 18:44

Re: Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Messaggio da Simone »

Ciao Henry Tudor, due bicchieri li considero 300/350ml, ma, ripeto, con due bicchieri di delicata commerciale potresti ritrovare la lavastoviglie invasa dalla schiuma, quindi fai molta attenzione, meglio partire con dosi più basse ed eventualmente aumentare.

Simone
Avatar utente
Alessandra
Moderatore
Messaggi: 251
Iscritto il: 15/05/2024, 13:50

Re: Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Messaggio da Alessandra »

Confermo quanto detto da Simone.
Anni fa ho fatto l'esperimento con 400 ml di delicata commerciale nella lavastoviglie e avevo la schiuma che colava fin nella tromba della scale del pianerottolo! :shock:
91silvia
Messaggi: 13
Iscritto il: 04/06/2024, 17:05

Re: Ricette Prêt-à-porter (by Fabrizio Zago)

Messaggio da 91silvia »

Henry Tudor ha scritto: 18/06/2024, 17:50 Molto interessante, davvero.
Ho un dubbio però: vista la difficoltà di reperire un buon percarbonato, e visti anche i prezzi, posso sostituire l'igienizzazione lavatrice/lavastoviglie con la delicata? Se sì, in che quantità?
Io lo acquisto,insieme ad altre materie prime ( citrico, acqua ossigenata ecc) su percarbonato.it.
Trovo abbia i prezzi piu bassi
Rispondi

Torna a “Altre ricette ed idee autoprodotte: vostre proposte e dubbi”